mercoledì 4 dicembre 2013

Tartare di gamberi rossi di Sicilia e burrata all'arancia

Come per le ricette esistono i colpi di fulmine anche per i piatti. Capita sempre più spesso di trascorrere le mie pochissime e preziose ore libere in negozi di articoli per la casa, mercatini delle pulci, antiquari, alla ricerca di stoviglie ed utensili "datati" da utilizzare come contorno nelle fotografie di miei piatti. E' diventata una mania, ormai, devo darmi una calmata, altrimenti tra un po' non saprò più metterli. Una mania fortunatamente non troppo onerosa, nei mercatini si trovano pezzi unici e particolari a prezzi interessanti, e gli antiquari rimangono stupiti quando voglio acquistare solo un piatto, solo un bicchiere, un cucchiaio, una forchetta, magari scheggiato o sbiadito dal tempo, non capendo quale sarà il suo fortunato destino. La trasparenza di questo piatto mi ha subito colpita alla prima occhiata,  e, come già capitato altre volte, questa ricetta è stata pensata appositamente ed esclusivamente per lui, per la sua leggerezza, per la sua singolare lavorazione. Che ci volete fare, sono fatta così, credo nei colpi di fulmine!

"I fulmini sono più frequenti durante i temporali che a ciel sereno. I colpi di fulmine al contrario". D. Basili





                                                                       


Ingredienti per 4 persone:

  • 12 gamberi rossi di Sicilia freschissimi
  • 1 burrata
  • 2 arance
  • germogli di rucola
  • pepe misto in grandi
  • olio evo
  • sale
















































Sgusciate ed eviscerate i gamberi rossi. Su un foglio di pellicola da cucina, posizionate al centro tre gamberi. Coprite con un altro foglio di pellicola (foto 1). Con l'aiuto di un batticarne, battete delicatamente formando un cerchio del diametro di 15 cm. Riponetelo in frigorifero. Sminuzzate con un coltello la burrata riducendola a tartare, ponetela in una ciotola, conditela con un pizzico di sale, una macinata di pepe misto e la buccia dell'arancia grattugiata (foto 2). Spremete il succo, emulsionatelo con 50 gr di olio evo, un pizzico di sale ed una macinata di pepe. Adagiate delicatamente sul piatto il carpaccio di gamberi, formate 3 quenelle di burrata, guarnite con spicchi dell'arancia restante pelati a vivo. qualche germoglio di rucola e l'emulsione di olio e succo d'arancia (foto 3).


foto 3
foto 1
foto 2

22 commenti:

  1. un ottimo antipasto per le prossime festività natalizie, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione Silvia, è proprio mi a intenzione prepararlo per la vigilia!
      Un abbraccio grande
      Claudia

      Elimina
  2. Raffinatissimo il piatto che hai acquistato! Ed altrettanto raffinata la tartare!
    Un abbraccio
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Maria Grazie...a presto!
      Claudia

      Elimina
  3. Trovo la tua ricetta spettacolare,mi piace l'accostamento dei sapori dal gambero rosso alla burrata all'arancia,davvero fantastico compreso il piatto che è perfetto !
    complimenti per la solarità!
    Z&C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ketty, quanti bei complimenti!
      Un abbraccio
      Claudia

      Elimina
  4. Intrigante e raffinato! Bravissima

    RispondiElimina
  5. ahaha è vero ad un certo punto diventa una mania!! Appena adocchio un negozietto di casalinghi o un mercatino particolare mi lancio alla ricerca di quello strumento "indispensabile" che userò al massimo una volta!!
    Bellissima presentazione per quest'antipasto...il piatto ne è stato quasi offuscato :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti puoi immaginare quanti piatti ho, usati 1, forse 2 volte!
      Ciao Flavia, a presto!
      Claudia

      Elimina
  6. Adoro le tue ricette, i tuoi piatti propongono sempre qualcosa di diverso e fantasia! Complimenti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazieee, troppo carina!
      Buona serata
      Claudia

      Elimina
  7. La bava mi colava già quando avevo visto le foto su instagram.
    Adesso che leggo la ricetta poi...
    Sempre piatti di gran classe, cara Claudia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Leo, ho visto infatti che mi hai scritto subito su instagram...
      Grazie, un abbraccio grande
      Claudia

      Elimina
  8. Che raffinatezza Claudia, complimenti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio...
      ciao. buona domenica
      Claudia

      Elimina
  9. Brava! Complimenti! Bell'accostamento e bella composizione..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Detto da uno chef è un grandissimo complimento!!
      Grazie Aldo, a domani
      Claudia

      Elimina
  10. io da buona sicula devo assolutamente provare... magari da preparare x la tavola di Natale!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gioia, da buona sicula troverai sicuramente materie prime straordinarie, senza svenarti come ho fatto io!
      Grazie e buona domenica
      Claudia

      Elimina